L’Altiero crede nell’audiovisivo

0
68

E non poteva essere diversamente, per una redazione che ha sede in una Scuola presso la quale i corsi di Traduzione Audiovisiva si confermano una realtà sempre più importante.

È così che, sul canale Youtube di Fondazione Milano (https://www.youtube.com/@FondazioneMilano) è stata aperta una nostra Playlist dedicata,  L’Altiero, nella quale pubblicheremo video di nostra produzione sia nell’ambito “Linguaggi”, sia nell’ambito “Geopolitica”.

Per “Linguaggi”, inauguriamo la Playlist con un esperimento di comunicazione applicata, un “Language Challenge” in cui Andrea Mazza ed Emanuele Zambuto cercano di capirsi parlando rispettivamente in Serbo e in Russo. Ma perché proprio un Language Challenge, ossia un gioco di abilità che consiste nel tentare di capire una lingua che non si conosce?

A nostro avviso, il Language Challenge è un importantissimo strumento di comprensione reciproca tra culture diverse, nel quale è importante saper sfoderare tutte le proprie doti di analisi e di sintesi per andare a caccia di affinità tra quelli che sembrano due mondi distanti, e usarle come appiglio per rendere possibile la comunicazione.

E’ uno strumento molto potente non solo in un’ottica di intercultura, ma anche (lasciatemelo dire) per la fratellanza tra i popoli: contribuisce a far nascere un interesse per Paesi e culture diverse ed è la riprova che, con la voglia di capirsi davvero, la comunicazione è quasi sempre possibile. Ve lo dimostreremo anche con altri video che coinvolgeranno altre combinazioni linguistiche.

In un mondo in cui spesso l’importanza delle differenze è stata travisata – quando non strumentalizzata – portando a incomprensioni, rivalità e a un’infinità di problemi geopolitici, mi sembra fondamentale che l’Altiero concorra a ricordare che anche le affinità sono importanti: non sempre sono evidenti, ma ci sono, e possono portare molto lontano.

Buona visione, e continuate a seguirci: sono in arrivo video anche in ambito Geopolitica, che si apriranno con un’interessante intervista in cui scoprirete un legame inatteso, tra due popoli geograficamente lontanissimi: Maori e Palestinesi. Quasi agli antipodi: Ve lo sareste aspettato?